“Il Farr 80 Idrusa Calvi Network del Montefusco Sailing Project, barca che corre con i colori del Circolo della Vela Brindisi, è alla banchina davanti alla Scalinata Virgiliana. E’ tornata alla base con il sesto posto assoluto all’edizione numero 48 della Barcolana, come nel 2015. In regata c’erano quest’anno 1758 barche, e 25mila uomini e donne di equipaggio. Ha vinto Alfa Romeo su Maxi Jena Tempus Fugit, due yacht che si inseguono su tutti i campi del Mediterraneo, con una bora di 15-20 nodi e raffiche sino a 25.

Ogni regata ha una storia a sé, e stamattina Paolo Montefusco ha raccontato ai giornalisti dei media brindisini quella della barca salentina che quando non vince è sempre lì, nel lotto dei più forti, svoltasi sotto gli occhi di quasi 300mila spettatori, numeri che avvicinano Trieste agli eventi velici anglosassoni. Tutto questo è possibile sotto la spinta di una grande passione e grazie agli sponsor, le due parti del motore della grande vela.

Brindisi ha un piede in questo mondo affascinante grazie a Idrusa a al suo Circolo della Vela, che ha deciso di puntare sempre più sull’agonismo, e di estendere la propria partecipazione ai circuiti nazionali, passo dopo passo. Nel prossimo fine settimana a Napoli c’è la finale delle selezioni nazionali della Lega Italiana Vela, nata nel 2015 sempre sotto l’egida della Fiv, per creare un circuito in cui ogni anno si affrontano tutti i circoli associati, per giungere alla definizione della pattuglia di equipaggi che parteciperà alla finale europea (che presto si allargherà anche agli Usa e al Brasile).”

barcolana-finale-liv-2x

x

x

x

x

x

x

x

x

xbarcolana-finale-liv-9

Brindisi 22/10/2016 M. Orlandini – Brindisireport